Posts Tagged ‘scagliuozzi’

Ancora Bari: sgagliozze e popizze

3 febbraio 2009

Damiano ce ne aveva parlato. «Le trovi negli angiporti di Barivecchia. Anziane donne te le offrono da finestre e portoni. Sono roventi e cosparse di sale. Provocano immediate ustioni al palato, cauterizzate nel dolore dai cristalli di cloruro di sodio. Addentarle per la prima volta è un rito d’iniziazione». Toni Fiore, autore della focaccia raccontata nel post precedente, ci aveva raccomandato quelle della signora Maria, che apre i battenti della sua friggitoria in strada del Carmine alle cinque di pomeriggio.

(more…)

Riflessioni d’agosto 2 – Ritorno a Napoli

28 agosto 2008

Vi ho già detto che sono napoletano? Questo mese d’agosto mi è servito anche per fare un salto nel mio indimenticato passato terronico. Passeggiando per il centro, ho constatato con piacere che la quota di munnezza sparsa per le strade è analoga a quella di Milano, cioè tendente allo zero. Devo confessare, però, che anche nel dicembre scorso, periodo nel quale l’emergenza rifiuti era strombazzata sui media di tutto il mondo, la situazione era più o meno simile. I problemi seri riguardavano la periferia e la provincia, che, a parte l’immacolata Sorrento, questa volta non ho visitato.

Il ritorno al natio borgo selvaggio è stato l’occasione per ripetere la passeggiata che, liceale, facevo per tornare a casa dalla scuola. Frequentavo il Genovesi, in piazza del Gesù, e dovevo raggiungere piazza Municipio, il capolinea del 120, linea d’autobus (a Napoli pulmàn) che oggi non esiste più, ma che anche allora dava scarsi segni di vita. Il mio itinerario però, è partito dalla stazione della Cumana di Montesanto, perché meglio si adattava all’obiettivo vero del percorso: testare, a trenta e più anni di distanza, l’offerta di cibi di strada nel centro storico di Napoli.

(more…)