Posts Tagged ‘piadine’

25-26-27 settembre: non perdetevi Saporìe

21 settembre 2009

logoSaporìeUno dei motivi per cui amo Cesena è che, forse, è la città più ospitale per il cibo di strada. Dal 2000 organizza ad anni alterni interessanti e sapide manifestazioni, irrinunciabili per chi ama la ristorazione on the road. Se l’anno scorso era il turno del Festival del Cibo di Strada, quest’anno dal 25 al 27 settembre toccherà a Saporìe.

Tre sono le regioni coinvolte: Sicilia, Campania ed Emilia-Romagna, probabilmente le tre aree italiane più vocate a questo tipo di ristorazione. Alcuni degli artigiani migliori delle tre regioni faranno a gara, nei chioschi appositamente allestiti in piazza della Libertà, per soddisfare l’appetito e la curiosità dei convenuti, preparando in maniera magistrale le gustose specialità del loro repertorio. Orario: ven 19-22, sab 12-Notte della Cultura, dom 12-22.

Per quanto mi riguarda non perderò la ghiotta occasione di riprovare a un paio d’ore da Milano arancine e panelle sicule, pizze a libretto e crocchè napoletani, torta fritta e crescioni emiliano-romagnoli. Un grazie a tutti gli organizzatori, in testa ai quali c’è la solidissima e divertita professionalità di Gianpiero Giordani della Confesercenti Cesenate, fiduciario Slow Food di Cesena.

Per info varie, compreso dove dormire in zona prezzi potabili:  http://www.cibodistrada.com/

Annunci

CdS in Baires

6 aprile 2008

Non ho mai visto corso Buenos Aires così affollato come oggi, in occasione della festa per l’Expo del 2015. In questa strada di MIlano è sicuramente palpabile in tutti l’orgoglio di aver vinto la competizione internazionale, ma presumo che a rendere ancora più piacevole la vasca sia la natura delle merci che sono esposte ai lati della strada, riassumibili in una sola parola: cibo.
La stragrande maggioranza dei banchi espone prodotti tipici italiani: formaggi, salumi, mieli, dolci. Ci sono però anche molti che vendono cibi di strada veri e propri, quelli fatti per essere consumati contestualmente all’acquisto.

Spiccano davanti al negozio Conbipel, angolo via Spontini, quattro fornaci che producono farinata. Sono di Silvia Bisoglio e Bruno Ghignone, giovane coppia del Monferrato che gira per fiere. Nonostante l’imponente capacità produttiva dell’apparato, alle tre l’attesa media per avere una porzione di belecauda, come si chiama in Piemonte la farinata, è di un quarto d’ora. I due fanno produrre da un mulino anche farine su loro ricetta, con il marchio Tantì. (more…)