Altamura: Funghi, Focaccia e Film

Pietro Carlucci e il sottoscritto

Pietro Carlucci e il sottoscritto

Altamura, lo sanno anche le pietre, è la patria del pane di grano duro più celebre d’Italia. Ci sono capitato, ahimé, di domenica, con tutti i panifici chiusi. In compenso ho avuto la fortuna di incontrare due persone che hanno molto da dire riguardo a quest’area delle Murge. «Il cibo di strada qui ha avuto un grande sviluppo quando ancora c’era la classe bracciantile» mi dice Onofrio Pepe, giornalista di multiforme ingegno ed esperto del territorio. «Le cantine erano luogo d’incontro e di mescita. Oltre al vino, mettevano a disposizione i tavoli. I braccianti portavano da casa alici salate, tonno o carne al “fornello” preparata dai macellai. Il pane si acquistava negli allora onnipresenti forni a legna».

Fungho cardoncelli spontanei

Funghi cardoncelli spontanei

Una specialità locale che non ha direttamente a che fare con il cibo di strada, ma che va citata per la sua particolarità e perché un tempo era un cibo povero, per l’esattezza la carne dei poveri, è il fungo cardoncello spontaneo. Ne ho provato – in piedi e per strada, voglio sottolinearlo – qualche delizioso esemplare, cotto in maniera tanto semplice quanto gustosa – aglio, olio e peperoncino – da Pietro Carlucci, fruttivendolo considerato il “principe del cardoncello”, perché conosce meglio degli altri i luoghi di raccolta. Pepe non è da meno; presiede, infatti, l’associazione intitolata a questa specie da proteggere, nata nel 1998. «Negli anni Ottanta qui è cominciato lo spietramento selvaggio dei terreni. Trasformati in seminativi, avrebbero preso i contributi UE. È stata una devastazione, perché ha distrutto l’habitat di questo fungo e di tutte le altre erbe spontanee locali. Oggi si è posto freno a questo scempio con il Parco dell’Alta Murgia». Per inciso, il fungo cardoncello oggi ha uno sponsor d’eccezione in Igles Corelli, uno dei più spericolati avanguardisti della cucina italiana, che lo ha inserito in alcune sue creazioni presentate giorni fa a Identità Golose (ma quelli che vedete qui sotto sono i cardoncelli preparati da Carlucci).

dscn3022

Oggi, però, il vero simbolo del cibo di strada di Altamura è la focaccia. Lo prova una storia che somiglia a una guerra di religione. Gastronomica. «Premessa: Altamura fa parte del distretto industriale del divano ed è il punto di riferimento scolastico di un bacino territorialmente molto ampio. Non c’è da stupirsi che nel 2001  McDonald’s vi abbia inaugurato il più grande punto vendita della zona: 550 mq. Nell’occasione, ha eretto un vero e proprio totem alto 15 metri all’ingresso della città; un segno di conquista. Da quel momento in modo spontaneo l’Associazione Amici del Fungo Cardoncello ha moltiplicato le iniziative gastronomiche per la valorizzazione del cibo locale. Con i suoi migliori auspici, accanto al tempio dell’hamburger apre una piccola focacceria. La gestisce Luca Digesù, esponente venticinquenne  di un’antica famiglia di panificatori.  Succede l’incredibile: mentre la focacceria Digesù va a gonfie vele, il paninaro statunitense vende sempre meno, al punto che nel 2003 è costretto a chiudere i battenti. La notizia fa sensazione e compare su tutti i giornali italiani. Rilanciata dal quotidiano francese Libération, fa il giro del mondo. L’interesse per l’evento è tale che si decide di ricavarne un film, Focaccia Blues. Diretto da Nico Cirasola ha visto la partecipazione di molti altamurani, compreso Pietro Carlucci, ma anche di pugliesi eccellenti come Renzo Arbore, Lino Banfi, Michele Placido e Nichi Vendola».

Quello che Onofrio Pepe non mi racconta è che l’ispiratore del film è stato proprio lui, e che vi recita anche una piccola parte. Quando avremo la possibilità di vederlo nelle sale cinematografiche?

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: