Eccolo

Venerdì 26 settembre a Cesena, durante il Festival del Cibo di Strada, presenterò Cibi di Strada, Italia del Nord, Toscana, Umbria, Marche. È il libro al quale stavo lavorando dal 2006, e come i miei precedenti (gastronomici) è targato Guido Tommasi Editore. Se mi leggete on line, sapete già di che cosa si tratta. Per chi s’imbattesse casualmente in questo post, incollo qui sotto quel ch’è scritto sull’aletta:

I cibi di strada sono un concentrato di sapori semplici, netti, antichi.
Li trovi sempre dietro l’angolo. Ti nutrono a basso costo.
Se sei del posto, ti mettono in contatto fisico con la tua identità.
Se non fai parte della comunità, raccontano ai tuoi sensi la sua cultura.

Ecco perché li amo e ho dedicato loro questo libro, che mi ha portato nell’arco di un anno e mezzo a percorrere le strade di mezza Italia.

Nel mio diario di viaggio rientrano anche gli spuntini fatti al coperto in piedi davanti a un banco o seduti a un tavolaccio. La vera discriminante rispetto all’esperienza che si vive in un ristorante-ristorante riguarda il tempo e l’informalità: i cibi di strada si consumano rapidamente e spesso con le mani. A differenza del fast food, però, hanno una storia di persone e di luoghi da raccontare, che aggiunge loro un sapore infinito.

Annunci

Tag: , , , ,

24 Risposte to “Eccolo”

  1. Yogasadhaka Says:

    Complimenti per l’impresa, che sicuramente ha richiesto un lungo cammino, anche per aiutare la conseguente digestione.

  2. Michele Says:

    Bravo Stanis, mi dibatto tra complimenti e invidia. Sia come copywriter bloccato alla trentesima riga, sia come inguaribile goloso e curioso gastronomico.
    Non vedo l’ora di gustarlo!

  3. gabriele Says:

    Bravo Stanis, ho come la sensazione che questo sarà uno dei migliori perchè unisce al tuo piacere del cibo il gusto di andare in giro, di curiosare in luoghi e botteghe e di raccontare.
    (Invece di firmare le copie, offrine un numero limitato con ditate di unto di farinata, sgocciolature di trippa… Andranno a ruba)
    ciao,
    G

  4. stanislao Says:

    Tre lusinghieri complimenti da tre eccellenti colleghi di penna. C’è di che leccarsi i baffi. Grazie a tutti e tre.

  5. aldo Says:

    Bravo Stanis come al solito hai imboccato una buona strada. Battuta a parte complimenti!

  6. Carlo Says:

    Forse non sono abbastanza invidiso per le delizie alle quali avrai “sacrificato” il palato nel portare avanti questo progetto..
    In ogni caso, complimenti anche per questo colpo e a presto in edicola!
    Carlo

  7. riccardo Says:

    Complimenti! Alla fine di un lavoro ci si sente leggeri, si può mettere in ordine e pensare ad iniziarne un altro. Pensa con entusiasmo alla tua prossima fatica. Sono molto curioso di leggere le storie collegate ai cibi da strada. Anche perchè sarò troppo ‘sgulvaned’ (avido) per leggere le ricette fino in fondo.
    Riccardo

  8. carlotta Says:

    Complimenti Stanis, sarò lettrice attenta perchè hai una modalità assolutamente originale di raccontare il cibo ed il suo mondo…immagino che la partenza dal “nord” sia stata solo funzionale ad una più agevole discesa verso sud …ti aspetto al centro!

    : )

    carlotta

  9. Chef Kumalé Says:

    Ci conosceremo a Cesena, complimenti.
    Chef Kumalé
    http://www.ilgastronomade.com

  10. Peter Says:

    Complimenti Stanis.
    Dopo il fast-food e lo slow-food è arrivato informal-food. Semplice e godereccio!
    Un abbrax, P

  11. miriam Says:

    In bocca al lupo! Credo che dovrò tenere il libro lontano dalle mani del maritozzo a cui verranno tutte le voglie che vorranno dire superlavoro per me. Aspetto con ansia la prossima puntata. miriam

  12. Claudia Says:

    Wow. Che dire, se non ….QUANTO TI INVIDIO!
    Un anno e mezzo a zonzo per mezza Italia, a vedere le bellezze del nostro paese e…mangiare schifezze (quelle che in dieta non si toccano). Ma dimmi un po’: quanto pesi? Non sei ingrassato nemmeno di 1 etto? Diamine: io ne avrei presi almeno una trentina (di etti). Non scrivere un libro sulla cioccolata, tipo…..andando a zonzo per tutta Europa ad assaggiare le migliori cioccolate del mondo….altrimenti arrivo lì con una carabina (sempre per la suddetta invidia di chi è perennemente a dieta).
    Un abbraccio. claudia

  13. curvilinea Says:

    Verremo a darti il benvenuto
    by Zanz
    angelica

  14. pirofran Says:

    Stanislao Porzio, l’unico essere umano che sia riuscito a scrivere x libri (3, 4, 5?) sul cibo, restando (relativamente) snello!
    Ma non credo che la cosa potrà continuare quando arriverà ai cibi di strada del sud…voglio vederlo dopo aver fatto incetta di paste cresciute, croquet, fritture miste, musso, trippa etc…. Ci rivedremo a Filippi!
    P.S. Ma il cibo di strada ha qualcosa a che vedere con le donne di strada? E, nel caso, la Ministra Ca(rfa)gna dovrebbe occupersene?

  15. Carlo Says:

    Ciao Stanis, complimenti per il tuo ultimo lavoro, come sai non mi tiro indietro sul cibo ed in particolare per quello di strada che come dici mi avvicina alla cultura ed alla gente del posto.
    Attendo ora quello sulle strade del mondo, magari farà capire a qualcuno che la gente è uguale dovunque e che le civiltà sono solo da conoscere e non da farci classifiche.

  16. stanislao Says:

    @aldo: il gusto al quale non ti sai sottrarre è quello della battuta.
    @carlo1°: lo so, preferisci i dolci.
    @riccardo: ricette ce ne sono assai poche, ma ti verrà l’acquolina lo stesso.
    @carlotta: sarò lì appena potrò.
    @chef k.: sarà un onore conoscerti.
    @peter: informal, ma molto sostanzial.
    @miriam: rassegnati. Sgulvaned è, sgulvaned rimarrà.
    @claudia: dieta? Che cos’è, qualcosa da mangiare?
    @curvilinea(by Zanz): non osavo sperare tanto.
    @pirofran: lo sottrarrei alle grinfie della Ca(rfa)gna perché il CdS è espressione di cultura. Lo affidiamo a Bondi?
    @carlo2°: prima verrà quello sul resto del Centro e il Sud, ma se saprai attendere…
    @tutti: triplo grazie.

  17. Elena Says:

    Grande Stanis, come sempre capace di coniugare cibo e cultura con leggerezza. ti aspetto in tresmissione!

  18. ilmetapapero Says:

    oddio, il cugino si e’ fatto il blog…

    ed e’ pure interessante…

  19. Silvana e Rinaldo Says:

    Titolo ed argomento molto…intrippante! Peccato che la presentazione non sia a Milano ma sicuramente anche questo tuo nuovo lavoro andrà ad aggiungersi agli altri che già abbiamo.

  20. massimo Says:

    Bravo Stani! Siamo ansiosi di assaggiare il tuo nuovo libro. Come al solito (che destino!) non verrò alla presentazione perchè ho un impegno con una degustazione qui a Bolgheri ma spero di vederti presto.

  21. tommaso esposito Says:

    ti leggero con gusto.
    ciao tommaso

  22. stanislao Says:

    @elena: grazie, ci sarò molto volentieri.
    @ilmetapapero: incredibile, riesco ancora a stupire un mio familiare.
    @silvana&rinaldo: già intrippati? Troppo buoni.
    @massimo: il destino è implacabile.
    @tommaso: con gusto? Se non per la scrittura, almeno per l’argomento.

  23. Rodolfo Says:

    E bravo Stanis, era una tappa dovuta quella del cibo di strada. Mi viene in mente un untissimo cartoccio di fish&chips consumato sulla spiaggia di Brighton, in compagnia di qualche decina di famelici gabbiani: ma lo sapranno gli inglesi quanto sono buoni i canditi succhiati sulla spiaggia di Milano Marittima, o le caldarroste che ti scottano in bocca mentre piove? La trippa poi… Dovresti convincere il tuo editore a farne edizioni in inglese, tedesco, francese eccetera da diffondere in tutta Europa e nel mondo. Finalmente un inno al made in Italy davvero di gusto.
    Appena trovo il tuo libro me lo compro. Buon appetito.

  24. michele rizzi Says:

    caro stanis,
    sono stato un po’ di mesi fuori pista.
    non sono a milano, ma in una casa di campagna.
    vedo in ritardo il tuo messaggio.
    mi fa un piacere grandissimo sapere che hai pubblicato un nuovo libro.
    mi pare un lavoro originale, colto, intelligente e attrente.
    ho ordinato il tuo titolo al libraio del paese vicino a me.
    lo leggerò con grande interesse e piacere.

    un saluto affettuoso e cordiale.
    michele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: